Nell’ambito delle attività promosse dal Comitato per la prevenzione e la repressione del gioco illegale, la sicurezza del gioco e la tutela dei minori, (CoPReGI), nelle giornate del 12 e 13 febbraio, è stata condotta una operazione di controllo sull’intero territorio di Roma Capitale, coordinata dalla Prefettura di Roma, in collaborazione tra Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di Finanza.

Il dispositivo operativo messo a punto ha visto operare in maniera congiunta nuclei misti formati da funzionari ADM ed aliquote di personale delle tre forze dell’Ordine. Sono state sottoposte a controllo numerose attività economiche che, sulla base di analisi di rischio svolte e di informazioni in possesso di ADM, condivise con le altre Forze dell’Ordine, sono risultate svolgere illecite accettazioni di scommesse sportive. In totale, nelle giornate del 12 e 13 febbraio, sono stati controllati 22 esercizi dislocati nell’intera area di Roma Capitale.
L’azione ha permesso di accertare numerose e gravi violazioni delle vigenti norme di contrasto alla pandemia, che impongono la chiusura delle sale giochi e la sospensione della raccolta scommesse su rete fisica.
È stata disposta la sospensione dell’attività per cinque giorni nei riguardi di tre esercizi che effettuavano la raccolta delle scommesse in violazione delle misure di contenimento e sono state irrogate complessivamente 11 sanzioni amministrative per un importo complessivo superiore a 50.000 euro. Tre persone sono state infine deferite all’A.G. per esercizio abusivo di attività di gioco e scommesse.