zapponini
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Sistema Gioco Italia, la Federazione che rappresenta il comparto del Gioco e dell’Intrattenimento di Confindustria, prende atto dell’ordinanza della Camera di Consiglio del Tar del Lazio che ha deciso di non confermare la sospensiva delle attività di riduzione delle AWP concessa, in via cautelare, ad alcuni operatori del mercato rinviando la decisione finale all’udienza di merito del 23 maggio prossimo.  

“Indipendentemente da quale sarà l’esito finale del pronunciamento, ribadiamo che Sistema Gioco Italia e tutte le sue componenti hanno sempre operato in maniera proattiva favorendo il principio della riduzione degli apparecchi da intrattenimento, principio condiviso e indispensabile ad un funzionamento regolato e controllato del gioco lecito.

Per questo abbiamo proposto, ancor prima degli interventi del Governo e del legislatore, di procedere con la razionalizzazione, sia degli apparecchi che della rete distributiva, e con il rafforzamento dei percorsi di qualificazione per tutta la filiera.

Crediamo, però, che questo debba avvenire tutelando il principio di concorrenza tra gli operatori e per questo Sistema Gioco Italia ha già da tempo presentato nelle opportune sedi una proposta intermedia alternativa che avrebbe consentito di garantire il rispetto di tale principio” ha commentato Stefano Zapponini, Presidente di Sistema Gioco Italia.

Commenta su Facebook