Il Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa Sezione Autonoma di Bolzano ha accolto – tramite ordinanza – il ricorso presentato contro Provincia Autonoma di Bolzano e Comune di Bolzano in cui si chiedeva l’annullamento della pronuncia di decadenza dell’autorizzazione alla raccolta del gioco lecito presso i locali posti in Bolzano (…) emessa dalla Provincia autonoma di Bolzano il 30 maggio 2017 ma notificata alla ricorrente a mezzo PEC il 15 giugno 2017; di ogni altro atto ad essa presupposto e conseguente, ivi compresa la “lettera dd. 6.12.2016” del Comune di Bolzano richiamata per relationem dalla suddetta pronuncia.

Si legge: “Nessuno dei difensori ha depositato istanza di discussione orale della causa mediante collegamento da remoto in videoconferenza ai sensi dell’articolo 25, comma 2, del decreto-legge 28.10.2020, n. 137, per cui la discussione non ha avuto luogo.

Vista l’istanza di rinvio depositata il 6.10.2020 dalla parte ricorrente;

Rilevato che, come ivi dedotto, la definizione dei ricorsi per la revocazione della sentenza n. 1618/19 del Consiglio di Stato ha portata dirimente per la decisione del presente gravame;

Ritenuto dunque di dover rinviare l’udienza già fissata per la discussione del presente ricorso al 15 dicembre 2021 in attesa della pronuncia del Consiglio di Stato sul richiamato contenzioso revocatorio;

P.Q.M.

Il Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa – Sezione autonoma di Bolzano rinvia la discussione del merito del presente ricorso all’udienza pubblica del giorno 15 dicembre 2021, ore 9,30”.