Un appartamento, buoni fruttiferi, un’automobile, ma anche conti correnti, polizze assicurative e libretti postali, per un valore che si aggira su oltre 200mila euro, sono stati sequestrati dalla polizia di Oristano ad un 35enne arrestato nel 2019 nell’ambito dell’operazione denominata “Texas Hold’em” che aveva smantellato un gruppo criminale specializzato nello spaccio di droga e nel riciclaggio di denaro attraverso il gioco d’azzardo.

Come scrive l’Ansa il sequestro preventivo di tutti i suoi beni arriva dopo un’ampia attività di indagine svolta dalla Divisione Anticrimine della Questura che ha evidenziato come questi, nonostante non avesse ufficialmente alcuna occupazione, aveva un tenore di vita altissimo, utilizzando il denaro recuperato con le attività illecite per vivere nel lusso.

Sotto chiave anche un appartamento a Bosa (Oristano) del valore di circa 150.000 euro: il sequestro preventivo dei beni è funzionale all’adozione della misura di prevenzione della confisca. Si tratta del primo provvedimento di questo genere eseguito in provincia di Oristano.

Nei confronti del 35enne a giugno dello scorso anno il Questore di Oristano aveva proposto la misura della sorveglianza speciale visto che era stato considerato anche pericoloso per la sicurezza pubblica.