tar tribunale
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Il Tar Emilia Romagna ha respinto – tramite ordinanza – i ricorsi presentati da tre società contro la Regione Emilia Romagna e i Comuni di Anzola dell’Emilia (BO), Imola (BO) e Castelnovo Ne’ Monti (RE), oltre alla Unione Montana dei Comuni dell’Appennino Reggiano, in cui si chiedeva l’annullamento dei rispettivi regolamenti contro il gioco d’azzardo.

La motivazione è la stessa per tutti e tre i ricorsi: “Rilevato che –ad avviso del Collegio- la società ricorrente enuncia genericamente –ma non comprova documentalmente – l’esistenza effettiva di un pregiudizio grave ed irreparabile in relazione alla propria complessiva condizione patrimoniale, reddituale ed imprenditoriale, mediante esibizione in giudizio di certificazione conforme in copia autenticata nelle forme di legge (ultima dichiarazione dei redditi ed ultimo bilancio di esercizio); il Tribunale Amministrativo Regionale per l’Emilia Romagna (Sezione Seconda), rigetta l’istanza cautelare; condanna la Società ricorrente al pagamento degli onorari di giudizio a favore delle controparti resistenti che liquida in Euro Duemila/00 oltre accessori di legge, per ciascuna di esse”.

Commenta su Facebook