roma

I pazienti in cura per problemi legati al gioco patologico nel Comune di Roma sono 265, di cui il 59,2% è rappresentato da nuovi utenti, mentre il restante 40,8% da utenti rientrati oppure già in carico. Si tratta per la maggior parte di uomini di 40 anni e oltre con il possesso di una licenza di scuola media inferiore o al massimo di una licenza di scuola media superiore, soprattutto coniugati.

E’ quanto emerge dal Rapporto della Caritas “La Povertà a Roma” su dati relativi al 2016 riguardanti i giocatori in cura presso i Serd della Capitale.

Commenta su Facebook