Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Il parere circostanziato da parte di Malta ritarderà a Bruxelles la scadenza del periodo di stand still previsto per il progetto di decreto con il quale la Polonia intende modificare la regolamentazione sul gioco d’azzardo.

A norma del progetto, gli operatori che offrono giochi su macchine e giochi d’azzardo on-line saranno tenuti ad applicare nuove norme sulla protezione dei minori e dei giocatori. A tale proposito il progetto introduce delle norme sulla creazione di un Registro dei domini utilizzati per offrire giochi d’azzardo in conformità della legge , sul blocco dei domini Internet iscritti nel Registro e sul divieto, per i fornitori di servizi di pagamento, di fornire tali servizi ai siti Internet i cui domini figurano nel Registro.

Introduce inoltre la facoltà di gestire giochi d’azzardo via Internet in regime di monopolio mediante una società a capitale pubblico del ministero del Tesoro appositamente creata (sono escluse le scommesse e le lotterie promozionali).

Il progetto introduce il diritto di offrire giochi su macchine fuori dai casinò, attraverso una società a capitale pubblico del ministero del Tesoro appositamente creata, nello specifico regime di monopolio di Stato, nonché restrizioni riguardanti la detenzione di macchine da gioco (sono esonerati gli operatori che offrono giochi legali su macchine). Il progetto liberalizza le regole di gestione del poker. Viene abolito l’obbligo di titoli professionali per le persone che gestiscono direttamente giochi d’azzardo e si occupano della relativa vigilanza.

Solo pochi giorni fa il viceministro delle Finanze polacco aveva dichiarato che la Commissione Europea non aveva espresso alcuna obiezioni sul progetto di legge .

“La legge è stata approvata senza problemi in prima lettura dal Parlamento. […] Stiamo avendo incontri presso la Commissione europea che non ha osservazioni sul testo; entro la fine di questo mese ci verrà notificato. Così la norma entrerà in vigore dal 1 ° gennaio 2017. “- aveva detto il vice ministro delle Finanze Wieslaw Janczyk.

E’ noto che uno degli obiettivi della nuova legge è quello di creare un monopolio sulle macchine da gioco. Il Ministero del Tesoro rilascerà le concessioni per fornire servizi in questo settore- ha aggiunto il vice ministro- a una società di proprietà del Tesoro al 100%.

Per il via libera della Commissione Eu bisognerà quindi attendere il 30 novembre prossimo.

Commenta su Facebook