Nel corso del 2021 più della metà dei titolari del reddito di cittadinanza, controllati dalla guardia di finanza nel Canavese, non ne aveva diritto. Cinquanta, su 70 persone controllate, gli irregolari scoperti dalle fiamme gialle di Ivrea, Chivasso e Lanzo che hanno fatto dei controlli a campione sul territorio della provincia di Torino per smascherare le truffe.

Tra i vari casi le fiamme gialle hanno scoperto ad esempio due persone, a Chivasso, che risultavano nullatenenti, quasi indigenti, e per questo pienamente in diritto di chiedere il reddito di cittadinanza. La finanza ha poi appurato che i due in realtà erano giocatori d’azzardo che con un account online avevano vinto migliaia di euro. Altri sette giocatori d’azzardo sono stati denunciati a Lanzo Torinese. Cinque di loro erano giocatori d’azzardo su piattaforme online, nonostante avessero dichiarato al fisco di essere in possesso di esigue risorse finanziarie sui propri conti correnti. In pratica avevano puntato cospicui importi non congrui rispetto alla loro dichiarata situazione di indigenza, riuscendo a movimentare somme di denaro fino a 100mila euro.

E’ quanto riporta La Repubblica.