La Gaming Authority (Ksa) , regolatore olandese del gioco d’azzardo, ha imposto multe per 3,5 milioni di euro nel 2019. Nel 2018 la stessa autorità aveva contestato sanzioni per un totale di 1,7 milioni di euro.

 

Dieci multe amministrative sono state imposte in relazione all’offerta di giochi d’azzardo online . Le società sanzionate sono Exinvest / 1XCorp (febbraio), Casumo Services (aprile), Onisac (aprile), Simbat (giugno), Spinity (giugno), Trannel International (agosto), ElectraWorks (agosto), TSG Interactive Gaming Europe (settembre) , Royal Panda (ottobre) e LeoVegas (ottobre).

Il presidente di Ksa René Jansen: ‘L’offerta di giochi online è enorme. A metà 2017, in attesa della legalizzazione del gioco d’azzardo online, il Ksa ha rafforzato i criteri che utilizza per selezionare i fornitori online per le misure di esecuzione. Questi criteri sono tutti volti a proteggere i consumatori olandesi dalle offerte online illegali. Le parti che usano la lingua olandese, i simboli olandesi e i metodi di pagamento olandesi, per esempio, dovranno interfacciarsi con la Ksa ».

‘Non possiamo ancora dire se le ammende inflitte nel 2019 saranno tutte pagate, perché ci sono ancora limiti di tempo. Certo è che a partire 1 gennaio 2021 si potranno richiedere le licenze per il gioco online e per quella data le società sanzionate dovranno chiudere il contenzioso’

Il Remote Gambling Act, che non solo legalizza il gioco d’azzardo online, ma restringe anche i requisiti per la prevenzione della dipendenza, stabilisce condizioni rigorose per una licenza online. René Jansen: ‘La legge mira a creare una gamma sicura di giochi d’azzardo in un ambiente controllato. Chiunque  voglia giocare d’azzardo via Internet deve essere in grado di farlo in sicurezza. Deve essere sicuro di un gioco equo e deve essere assicurato che molta attenzione sia prestata alla prevenzione della dipendenza. Ciò è possibile solo in un mercato ben regolamentato, in cui vengono prese misure rigorose contro la fornitura illegale “.