Armonizzare le regole per le sale slot tra i comuni della provincia. È l’indicazione emersa da un tavolo convocato dall’Anci per affrontare l’emergenza ludopatia. Il Comune di Padova ha infatti adottato un’ordinanza che introduce limiti di orario e distanza di un chilometro dai luoghi sensibili come scuole, chiese e ospedali.

L’assessore ai servizi sociali Marta Nalin si è confrontata con gli altri comuni anche su eventuali ulteriori iniziative da mettere in atto per contrastare la ludopatia. Il totale complessivo dei giocatori (tra sale slot e gioco sul web) sarebbe di circa 8 mila padovani. Da tenere sotto controllo è la diffusione del gioco su Internet, con tassi di utilizzo sempre più alti.

Commenta su Facebook