Il Gruppo Novomatic ha pubblicato il Bilancio del primo semestre 2020, periodo in cui i ricavi sono stati pari a 805,4 milioni di euro, contro 1.259,4 milioni di euro dallo stesso periodo nel 2019.

La diminuzione dei ricavi di 454,0 milioni di euro (-36,1%) è stata attribuita a quasi tutti i mercati: Italia (-102,8 milioni di euro), Europa dell’Est (-71,3 milioni di euro), Germania (-71,2 milioni di euro), Austria (-61,3 milioni), altri mercati (-54,3 milioni di euro), Regno Unito (-52,3 milioni di euro), Spagna (-48,6 milioni di euro euro) e Paesi Bassi (-23,6 milioni di euro). A causa delle misure di lockdown di vasta portata, che hanno interrotto quasi completamente l’operatività delle sale da gioco, dei sasinò e centri scommesse per circa 2 mesi, il segmento online è stato in grado di ottenere un aumento significativo (+31,4 milioni di euro).

Tra i dati principali si evidenziano 805,4 milioni di utile registrato, un EBITDA (utile prima di interessi, tasse, ammortamenti e svalutazioni) che ha raggiunto i 131,2 milioni di euro e un EBIT (attività operative, esclusi proventi e oneri da imposte e interessi) di -98,6, oltre a un saldo totale di 4.373 milioni, nonché il numero medio di lavoratori, tra gli altri indicatori, che nel periodo analizzato è stato di 20.999 dipendenti, il 6,7 per cento in meno rispetto al primo semestre del 2019. Allo stesso modo, si segnala che “il risultato finanziario è migliorato da -17,5 milioni di euro dell’anno precedente a -11,3 milioni di euro nel primo semestre 2020 per il cambiamento della struttura dei finanziamenti”.