Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Il ministero dell’Interno, Dipartimento della Pubblica Sicurezza, con una circolare, stabilisce che per il rilascio della licenza ex art. 88 Tulps per le attività di scommesse, di sale con Vlt e sale Bingo, le questure devono accertare rispetto distanze da luoghi sensibili.

Il ministero dell’Interno, con una circolare dello scorso 19 marzo, torna sulla questione se, ai fini del rilascio della autorizzazione ex art. 88 Tulps, le Questure debbano verificare il rispetto di distanze minime dai luoghi ‘sensibili’.

Già in passato il Ministero aveva precisato che la competenza del Questore doveva intendersi limitata al solo accertamento dei requisiti soggettivi richiesti dal Testo Unico delle Leggi di P.S.

Un orientamento oggi sottoposto a riesame alla luce di una serie di elementi sopravvenuti nel tempo. Ci si riferisce , in primo luogo, alla intesa raggiunta il 7 settembre 2017 in Conferenza Unificata.

In particolare al privato aspirante alla licenza ex art.88 al momento della presentazione dell’istanza spetterà attestare il rispetto delle distanze. Tale attestazione si aggiungerà alla autocertificazione della conformità dei locali.

Avviato il procedimento al Questore spetterà la verifica chiedendo al Comune di procedere al controllo della dichiarazione dell’istante, esprimendosi in merito al rispetto delle distanze previste.

Nel caso incui venisse accertato il mancato rispetto delle distanze la licenza va negata. Se il Comune non dovesse dare riscontro alla richiesta, la licenza va comunque rilasciata, fermo restando la possibilità per il Questore di annullare il provvedimento successivamente.

Richiedi la circolare tramite messaggio su facebook a questo link

Commenta su Facebook