Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Accelerare i tempi della manovra-bis e allinearla al varo del DEF, puntando anche su un aumento della tassazione sui giochi. E’ questo il piano del Governo per affrontare le prossime scadenze di finanza pubblica. Il lavoro intenso di questi giorni tra Palazzo Chigi e Bruxelles avrebbe portato ad alcune significative novità, come i tempi più brevi per la manovra-bis e una consistenza minore, pari a 2,5 miliardi contro i 3,4 miliardi chiesti dall’UE.

Nelle stime si punta a reperire ulteriori 300 milioni di euro dal settore dei giochi. Nel mirino le slot online, per le quali – secondo quanto si legge su “La Repubblica” – verrebbe raddoppiata l’aliquota fiscale, che passerebbe dal 20 al 40 per cento del margine: nel 2016 il gettito di casinò e skill games ha superato i 100 milioni di euro, cifra che potrebbero ora raddoppiare.

Altri 100 milioni verrebbero dall’aumento di mezzo punto del Preu sulle slot machine tradizionali, ma tra le misure all’esame del MEF c’è anche il rialzo della base d’asta per la gara del SuperEnalotto, che potrebbe passare da 100 a 200 milioni di euro. Anche il settore dei tabacchi potrebbe essere interessato dalla Manovrina, con un aumento di 10 centesimi per ogni pacchetto di sigarette di fascia medio-bassa, che si aggira sui 4-5 euro, che porterebbe ulteriori 100 milioni di maggiori introiti.

Commenta su Facebook