Conte Premier
Print Friendly, PDF & Email

L’attesa bocciatura dell’Europa è arrivata. Il percorso italiano devia significativamente dalle regole comunitarie e quindi la bozza di legge di bilancio non può essere accettata. “Chiediamo di sottomettere di nuovo il documento programmatico di bilancio. È la prima volta che lo facciamo. È una mossa senza precedenti”, ha detto una fonte comunitaria. Il nuovo documento dovrà essere inviato entro tre settimane a Bruxelles.

Una posizione che non muta i piani del Governo italiano. Almeno questa è la posizione che esprimono anche oggi i vertici dell’esecutivo. Lo dice chiaramente il premier Giuseppe Conte in un’intervista a Bloomberg Tv, in cui ribadisce che “non esiste alcun piano B. Ho detto che il deficit al 2,4% del Pil è il tetto. Posso dire che questo sarà il nostro tetto”. Il Governo è pronto ad attuare una nuova tornata di tagli alla spesa “se necessario”. Alla domanda però se si possa modificare la sostanza della manovra, Conte ha risposto che questo “sarebbe per me difficile, non potrei accettarlo”. L’aumento dello spread, dice Conte, è “dovuto in parte alla prospettiva di una Italexit, ma posso assicurare che questo esecutivo non accompagnerà l’Italia fuori dall’Europa. Dovete considerare che non siamo giocatori d’azzardo che scommettono sul futuro dei propri figli alla roulette”, afferma Conte, crescere “è la migliore strada per uscire dalla trappola del debito. Ci sentiamo a casa in Europa e pensiamo che l’euro è e sarà la nostra valuta, la valuta di mio figlio che ha 11 anni e quella dei miei nipoti”.

Anche Matteo Salvini e Di Maio confermano la linea. “Solo il Parlamento italiano potrà migliorare” la manovra, “ma noi non torniamo indietro” ha detto il vice premier leghista. “La stima di crescita ci sarà e non vogliamo andare a rivedere i termini della manovra perchè quella stima è esatta. Perchè non ci sono troppe spese in questa legge di bilancio ci sono tanti tagli alle cose inutili” ha affermato il vice premier pentastellato, “il tema è che noi da domani continueremo a chiedere di poter rappresentare le nostre ragioni ai tavoli europei”.

Commenta su Facebook