Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna (Sezione Prima) ha respinto – tramite ordinanza – il ricorso presentato contro Ministero dell’Interno e Questura Sassari, in cui si chiedeva l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia: del provvedimento di rigetto emesso dal sig. Questore di Sassari in data 25.05.2021 e notificato in data 27.05.2021 in relazione alla richiesta di rilascio da parte della ricorrente di un’autorizzazione ex art. 88 del T.U.L.P.S. per l’installazione di VLT presso i locali siti in Olbia (SS).

Si legge: “Ritenuto, al primo sommario esame proprio della presente fase cautelare, che l’impugnato provvedimento trovi adeguato fondamento negli accertamenti svolti dalla Polizia Municipale di Olbia, dai quali è emerso il mancato rispetto, in misura significativa, dei limiti di distanza previsti rispetto ai luoghi sensibili e che, inoltre, detti limiti siano di immediata applicazione, se non altro, alla luce delle direttive adottate, ai sensi dell’art. 88 T.U.L.P.S., dal Ministero dell’Interno con circolari 19 marzo 2018, 21 maggio 2018 e 7 agosto 2018 (cfr. doc. 3 di parte resistente).

P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna (Sezione Prima) respinge l’istanza cautelare proposta in ricorso.

Compensa le spese della presente fase cautelare”.