Tre operatori di gioco d’azzardo online sono stati indagati dalla Commissione per il gioco d’azzardo britannica per mancanze in materia di responsabilità sociale ed errori nell’ambito del contrasto al riciclaggio di denaro. Decisione presa come parte della continua spinta della Commissione stessa a innalzare gli standard attraverso una dura azione di contrasto a queste situazioni.

Advertisement

BGO Entertainment Limited, GAN PLC e NetBet Enterprises Limited sono state tutte soggette a revisioni delle licenze a seguito di una serie di mancanze tra cui non aver fatto abbastanza per mantenere i consumatori al sicuro e non aver impedito il riciclaggio di denaro e la spesa criminale.

Come risultato di tali revisioni, a due delle aziende, BGO e Gan PLC, sono state imposte nuove condizioni sulle loro licenze e tutte e tre ora miglioreranno le loro politiche e procedure, oltre a dover effettuare dei pagamenti per portare avanti il ​​lavoro della “Strategia nazionale per la riduzione dei danni provocati dal gioco d’azzardo. La Commissione esaminerà anche le azioni dei singoli titolari di licenze di gestione personale in tutti e tre questi casi.

Richard Watson, direttore esecutivo della Gambling Commission, ha dichiarato: “I licenziatari devono proteggere i consumatori dai danni e trattarli in modo equo. Le nostre recenti indagini hanno scoperto una serie di carenze in materia di protezione dei consumatori e antiriciclaggio in ciascuno di questi tre operatori e, di conseguenza, stiamo utilizzando una serie di strumenti da applicare contro di loro. Continueremo a reprimere gli operatori inadempienti attraverso il nostro duro e proattivo lavoro di conformità”.

BGO Entertainment Limited

BGO non è riuscita a mettere in atto politiche e procedure efficaci per i clienti che potrebbero mostrare segni di problemi con il gioco d’azzardo tra il 25 settembre 2018 e il 23 marzo 2020. Inoltre, tra il 25 settembre 2018 e il 21 luglio 2020 non sono stati attuati controlli antiriciclaggio efficaci e dotati di risorse adeguate.

Di conseguenza, BGO imporrà ulteriori condizioni sulla sua licenza che implicheranno lo svolgimento di ulteriori controlli di responsabilità sociale e antiriciclaggio sui suoi clienti principali. L’azienda pagherà inoltre 2 milioni di sterline per sostenere l’attuazione della “Strategia nazionale per ridurre i danni causati dal gioco d’azzardo”.

GAN PLC

Tra agosto 2018 e settembre 2019 GAN ​​non ha rispettato quattro condizioni di licenza incentrate sulla responsabilità sociale e sull’antiriciclaggio. Le carenze includevano politiche e procedure antiriciclaggio inefficaci, la mancata visualizzazione di avvisi sul fatto che il gioco d’azzardo minorile è un reato sul suo sito web e una scarsa guida all’interazione con il cliente.

Di conseguenza, GAN ​​imporrà condizioni aggiuntive sulla sua licenza che implicano una revisione continua dell’efficacia e dell’attuazione delle sue politiche, procedure e controlli in materia di antiriciclaggio e responsabilità sociale e formazione aggiuntiva per i titolari di licenze di gestione personale e il personale senior. L’azienda pagherà inoltre 146.000 sterline per portare avanti la “Strategia nazionale per ridurre i danni causati dal gioco d’azzardo”.

NetBet Enterprises Limited

Tra il 20 novembre 2018 e il 29 maggio 2019 NetBet non ha rispettato due condizioni di licenza incentrate sulla responsabilità sociale e sull’antiriciclaggio. Le carenze includevano il non esaminare attentamente la documentazione della fonte dei fondi fornita dai clienti e non implementare efficacemente la sua politica di gioco responsabile.

Di conseguenza NetBet apporterà una serie di modifiche ai suoi processi, tra cui dare maggiore considerazione al tempo di accesso dei suoi clienti durante le valutazioni dei clienti del gioco responsabile, limiti automatici imposti ai clienti che dimostrano i primi segni di problemi di gioco e fornirà ai consumatori l’accesso a un calcolatore di convenienza.

L’azienda pagherà anche 748.000 sterline per far progredire la “Strategia nazionale per ridurre i danni causati dal gioco d’azzardo”.