La Malta Gaming Authority (MGA) ha pubblicato oggi la sua relazione annuale e rendiconti finanziari per l’esercizio finanziario che si è concluso il 31 dicembre 2017. Il rapporto fornisce una panoramica delle attività e dei lavori eseguiti dalla MGA durante l’anno, concentrandosi sulla definizione del nuovo Gaming Act, che entrerà in vigore nel 2018 e sul miglioramento dei suoi sistemi di conformità, compresa l’attuazione dei requisiti previsti dalla quarta direttiva antiriciclaggio dell’UE.


Nel corso del 2017, la MGA si è concentrata anche sul miglioramento dei propri sistemi IT, come riflesso nell’introduzione del Licensee Relationship Management System (LRMS), un portale sicuro e dedicato che offre uno sportello unico per le licenze e i rapporti oltre ad un nuovo canale di comunicazione.

La relazione annuale prende in esame anche il 2018, periodo nel quale la MGA si concentrerà sull’attuazione del nuovo quadro normativo, sulla transizione verso un approccio regolamentare basato sul rischio, sull’attuazione continua dell’AML (Anti-Money laundering) onerosa / CFT (Combattere il finanziamento del terrorismo) e l’applicazione del regolamento generale sulla protezione dei dati e il suo impatto sugli operatori e sull’MGA.

    Nel 2017 MGA ha generato un fatturato totale di 66,3 milioni di euro in tasse di licenze, tassa di gioco e altre spese amministrative e multe, rispetto ai 62,5 milioni di euro del 2016. Ciò rappresenta un aumento di 3,7 milioni di euro , con un incremento del 6% ;
Il contributo diretto dell’industria del gioco all’economia maltese è stato valutato in 1,1 miliardi di euro nel 2017, con circa 9 800 posti di lavoro a tempo pieno creati degli operatori direttamente nel settore e in altre attività collegate;
Nel gennaio dello stesso anno, la MGA ha lanciato un regime di licenze e regolamentazione basato sui regolamenti sui giochi di abilità per il settore dei giochi di abilità online, compresa la creazione di licenze B2C e B2B per “giochi di abilità controllati”;
Ha inoltre condotto uno studio approfondito per valutare l’applicazione della tecnologia Distributed Ledger Technology (DLT) e l’uso di criptovalute in un ambiente sandbox, con l’obiettivo di pubblicare un documento di consultazione e, successivamente, linee guida, nel 2018;
Come evidenziato sopra, la MGA ha continuato a investire nei suoi sistemi IT, in particolare sull’introduzione di un nuovo sistema di gestione delle relazioni con i licenziatari accessibile attraverso un portale web sicuro e dedicato. Questo sistema ha cambiato il modo in cui l’MGA interagisce con i suoi licenziatari, esistenti e potenziali, attraverso la digitalizzazione dei processi normativi e di licenza;
Nel 2017, la MGA ha ulteriormente rafforzato i suoi meccanismi di vigilanza AML / CFT, compresa l’attuazione della quarta direttiva antiriciclaggio dell’UE. Ciò ha comportato la cooperazione con l’Unità di analisi dell’intelligence finanziaria (FIAU) per sviluppare pratiche e procedure di vigilanza, orientamenti settoriali specifici e vigilanza congiunta;
Il risultato più importante di MGA è stata la messa a punto della nuova legge sul gioco che è stata presentata in Parlamento all’inizio di quest’anno. La nuova legge è destinata a rinnovare completamente il modo in cui l’Autorità regola il settore, una volta entrato in vigore nel 2018.

Sulla pubblicazione di questo report Heathcliff Farrugia, Amministratore delegato della Malta Gaming Authority, ha dichiarato che: “L’anno scorso è stato forse uno degli anni più eccitanti per la MGA. Gli sforzi in corso e il lavoro instancabile dei funzionari della MGA sui vari progetti intrapresi dall’Autorità stavano raggiungendo le  fasi finali, con il nuovo quadro normativo e le 4AMLD come le più importanti.

La loro introduzione nel 2018, unita all’investimento in sistemi IT, continuerà ad elevare i nostri standard regolamentari, rafforzando i nostri controlli e autorizzando l’Autorità ad adottare un approccio basato sul rischio verso l’applicazione e la supervisione “.

Commenta su Facebook