(Jamma) L’Autorità deli gioco di Malta, MGA, replica alle notizie pubblicate in questi giorni circa i rapporti tra operatori del gioco e criminalità. Per l’autority gli articoli in questione contengono inesattezze, speculazioni, falsità e una rappresentazione fuorviante dell’Autorità del gioco di Malta e il modo in cui opera. Gli ultimi articoli pubblicati si riferiscono a storie su cui l’azione di controllo è già stata avviata dalla MGA.

La MGA smentisce l’affermazione secondo cui “le compagnie di gioco minacciavano di lasciare Malta se si fosse riuscito a ripulire il settore”. Queste affermazioni sono completamente false e destinate esclusivamente a offuscare la reputazione della giurisdizione maltese.

Inoltre, l’Autorità di gioco di Malta nega anche la mancanza di cooperazione con le autorità italiane. Di norma, la MGA non riceve richieste di cooperazione da parte delle autorità italiane diverse dalla sua controparte del gioco d’azzardo in Italia. Le richieste di forze dell’ordine o unità di informazione finanziaria vengono inviate alle corrispondenti autorità a Malta. Naturalmente, la MGA collabora e fornisce qualsiasi informazione pertinente alle autorità competenti quando richiesto, o se la MGA ritiene che tali informazioni in suo possesso debbano essere condivise con le rispettive autorità.

“La prevenzione dell’infiltrazione criminale è una delle priorità di MGA. L’MGA garantisce che le sue procedure e risorse nel campo della due diligence siano le migliori possibili, e in effetti, a molti richiedenti viene rifiutata una licenza sulla base del mancato rispetto degli standard di idoneità. Altri vengono rilevati come parte di controlli in corso e l’azione appropriata viene intrapresa immediatamente. Detto questo, se il rilevamento e il perseguimento del crimine organizzato fosse facile, prima di tutto non esisterebbe.

In alcuni casi, le informazioni e le risorse (come un’intelligence approfondita sulle attività del crimine organizzato o risorse come le intercettazioni telefoniche) a disposizione delle forze dell’ordine italiane e della polizia non sono necessariamente prontamente disponibili per i regolatori del gioco d’azzardo, maltese o meno. L’MGA ritiene di aver assolto al suo compito quando un altro ente di regolamentazione o di applicazione della legge fornisce informazioni utilizzabili. Ciò consente alla MGA di intraprendere tutte le azioni necessarie per rilevare e impedire che tale infiltrazione criminale continui, e assistere l’eventuale raccolta di prove e azioni giudiziarie.

La posizione ufficiale della MGA su questi rapporti è già stata illustrata al Progetto di Reporting Investigativo Italia (IRPI), che a sua volta ha deciso di non pubblicare le risposte della MGA per ragioni che non sono “completamente chiare”.

 

Commenta su Facebook