malta
Print Friendly, PDF & Email

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea la raccomandazione del 13 luglio sul programma nazionale di riforma 2018 di Malta, che formula un parere del Consiglio sul programma di stabilità 2018 del Paese.

Tra i vari punti, si legge, “sono stati compiuti alcuni progressi nel miglioramento della cooperazione transfrontaliera. Tuttavia, l’autorità maltese per i servizi finanziari ha ancora problemi di carenza di organico e la sua capacità di controllare un sistema finanziario transfrontaliero di grandi dimensioni – e in particolare il settore non bancario – desta preoccupazioni.

Inoltre, il settore dei servizi – e in particolare l’industria del gioco d’azzardo online – pur avendo contribuito in modo significativo alla crescita economica del paese, potrebbe rappresentare un problema per l’integrità del sistema finanziario e richiedere un quadro di disposizioni severe in materia di lotta contro il riciclaggio.

Di recente Malta ha recepito la 4a direttiva antiriciclaggio; l’efficacia della sua attuazione resta ancora da valutare. Inoltre, in seguito al recepimento della direttiva nel diritto nazionale, le autorità maltesi hanno recentemente presentato una strategia integrata per la lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo. Tra le altre azioni, è stato istituito un comitato di coordinamento nazionale per la lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo, composto da rappresentanti del governo e di altre autorità nazionali competenti. Tuttavia, rimangono ancora problemi da affrontare per garantire un’applicazione corretta ed efficace del quadro normativo di recente adottato”.

Il Consiglio raccomanda quindi che Malta “adotti provvedimenti nel 2018 e nel 2019 al fine di: rafforzare il quadro generale di governance migliorando la vigilanza nazionale degli enti finanziari a vocazione internazionale autorizzati a Malta, garantendo l’effettiva applicazione del quadro antiriciclaggio e continuando a intensificare la lotta contro la corruzione”.

Commenta su Facebook