mga
Print Friendly, PDF & Email

La Malta Gaming Authority sta ricordando agli operatori e ai fornitori di servizi di gioco e forniture di giochi critici, compresi quelli offerti con mezzi remoti, che secondo l’articolo 13 del Gaming Act (Capitolo 583 delle Leggi di Malta), possono operare solo in e da Malta, se sono in possesso della relativa autorizzazione rilasciata dall’Autorità di gioco di Malta.

L’operatività in e da Malta include, tra le altre cose, che l’offerta di giochi sia destinata a persone a Malta, che le attrezzature tecniche siano a Malta, che la persona fisica che offre i servizi di gioco sia a Malta e che la persona giuridica che offre i servizi di gioco e le forniture di gioco critiche sia registrata e, o stabilita a Malta.

Il sollecito si estende ai fornitori di servizi accessori relativi all’attività di gioco, ai quali, in virtù degli articoli citati, è altresì vietato concorrere, favorire o promuovere giochi non debitamente autorizzati. I fornitori di servizi ausiliari includono affiliati di marketing, istituti di credito e finanziari, fornitori di servizi di pagamento, centri di costo e centri dati.

Qualunque persona ritenuta in violazione di quanto sopra può essere soggetta a sanzioni amministrative o procedimenti penali, come previsto dalla stessa legge, e le sanzioni includono multe fino a € 500.000 per chi commette reati per la prima volta e fino a € 1.000.000 per i recidivi, nonché l’arresto.

Commenta su Facebook