Il gup del tribunale di Palermo Claudia Rosini ha condannato col rito abbreviato quattro dei sette imputati del processo «Mafia Bet», sulle cosche della provincia di Trapani. Le condanne sono state di 12 anni per S.G., 10 anni e 6 mesi per F.C., 2 anni a testa per P.D.S. e G.B. con esclusione dell’aggravante di mafia. Assolti G.D.S., C.P. e A.T.. La vicenda si era svolta attorno ai paesi di Castelvetrano, Campobello di Mazara e Mazara del Vallo. Associazione mafiosa e estorsione i reati contestati. Ad S.G. contestato anche il concorso in corruzione elettorale.

Le indagini dei Carabinieri avevano permesso di monitorare la rapidissima ascesa imprenditoriale di uno degli imputati nel mondo delle scommesse e giochi on line. Questi dirigeva e controllava il settore economico dell’esercizio di giochi e scommesse affidando alcune delle relative agenzie ad altri associati mafiosi.