Secondo i dati dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nel 2018, da Lotto, Superenalotto e Gratta&Vinci gli italiani si sono “dimenticati” di riscuotere oltre 228 milioni di euro.

Come riporta repubblica.it sono state dimenticate vincite a Lotto (e 10eLotto e altri giochi analoghi) per 41,2 milioni di euro, pari allo 0,73% del totale, mentre al Superenalotto sono stati lasciati premi per 25,5 milioni (il 2,71% del totale). Per i Gratta&Vinci nel 2018 le vincite non reclamate ammontano addirittura a 161,6 milioni di euro.

Il dato – spiegano dai Monopoli – esclude i biglietti vincenti che per qualsiasi motivo non siano stati venduti prima della chiusura di una lotteria istantanea, il termine tecnico con cui vengono definiti i Gratta&Vinci. Quindi si tratta con certezza di tagliandi che qualcuno ha comprato, ma non ha incassato.

Per i Monopoli si tratta di “un dato fisiologico” e “se si osserva il numero in percentuale sul totale delle vincite è in linea con il Superenalotto”, spiega un alto dirigente dell’agenzia. Nel dettaglio 2,43% in media negli ultimi 5 anni rispetto al 2,68% del Superenalotto.