Un totale di 51 segnalazioni sospette su otto diversi sport, distribuite in cinque diversi continenti, sono state riportate alle autorità competenti per ulteriori indagini nel secondo trimestre 2019. Si tratta di un aumento del 38% rispetto al primo trimestre del 2019, che ha registrato 37 segnalazioni. Tuttavia, si tratta di una riduzione del 17% sul secondo trimestre 2018, in cui sono state effettuate 62 segnalazioni.

E’ quanto si legge nel report dell’International Betting Integrity Association.

25 avvisi sul tennis sono stati segnalati nel secondo trimestre del 2019, dato al rialzo rispetto ai 17 segnalati nel primo trimestre del 2019. Tuttavia, rispetto al secondo trimestre del 2018, vi è stata una riduzione del 43%, quando sono state effettuate 44 segnalazioni. Nei primi 6 mesi del 2019 sono stati segnalati 88 avvisi, rispetto al 112 nello stesso punto del 2018. Questa tendenza al ribasso è principalmente dovuta alla continua riduzione delle segnalazioni di tennis.

Dei 51 allarmi sospetti totali 13 hanno riguardato l’Asia, 25 l’Europa, 3 il Nord America, 4 l’Africa e 4 il Sud America. I restanti due hanno riguardato gli eSports e non sono stati inseriti in un luogo geografico specifico. A farla da padrone il tennis con 25 segnalazioni e il calcio con 18.

Fondata nel 2005 e precedentemente nota come ESSA (Sports Betting Integrity), l’International Betting Integrity Association è la principale voce globale sull’integrità per il settore delle scommesse con licenza. I membri condividono l’obiettivo comune di combattere la corruzione delle scommesse per proteggere l’integrità dello sport e delle loro attività. 
Commenta su Facebook