Dal 1 giugno prossimo nella regione Lombardia gli esercenti sono tenuti a disattivare monitor e televisori di giochi che prevedono puntate accompagnate dalla visione dell’evento anche in forma virtuale, al fine di impedire la permanenza degli avventori per motivi di gioco all’interno dei locali, a prescindere dalla tipologia di esercizio in cui tali apparecchi sono presenti.

Advertisement

Tale divieto vale quindi anche per le tabaccherie.

E’ quanto dispone l’Ordinanza n. 555 del 29 maggio 2020 della Regione Lombardia.

Il provvedimento va contro quanto previsto dalla determinazione direttoriale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli del 28 maggio scorso con la quale si modifica la determinazione direttoriale del Direttore dell’Agenzia n. 125127/R.U. del 23 aprile 2020, consentendo così l’accensione dei monitor e dei televisori nelle tabaccherie “poiché il rispetto delle misure di prevenzione e contenimento del contagio appare idoneo a garantire la tutela della salute degli utenti e dei lavoratori”.