consiglio di stato
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Il Consiglio di Stato ha respinto – tramite ordinanza – il ricorso presentato da una società contro il Comune di Nichelino (TO) in cui chiedeva la riforma dell’ordinanza cautelare del T.A.R. Piemonte, Sez. II n. 510/2017, resa tra le parti, concernente la limitazione dell’orario di apertura al pubblico dalle ore 7 alle ore 22 del funzionamento delle apparecchiature da gioco.

“Ritenuto prevalente, nel bilanciamento degli interessi coinvolti e vista la relazione dell’autorità di polizia, l’interesse pubblico alla limitazione dell’orario oggetto della controversia; il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta), respinge l’appello”.

Commenta su Facebook