tar tribunale
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – La quinta sezione del Consiglio di Stato ha accolto l’istanza cautelare e ha quindi rinviato il merito al Tar Piemonte, per quanto riguarda il ricorso presentato da una sala attiva a Torino.

In primo grado i giudici piemontesi avevano impugnato il ricorso contro la disciplina degli orari di apertura delle sale pubbliche da gioco e di esercizio degli apparecchi e congegni automatici da gioco e intrattenimento. Dopo la pronuncia del Consiglio di Stato sarà quindi fissata una nuova udienza di merito.

“Ritenuto, ad una sommaria delibazione propria della fase cautelare – si legge – che le esigenze allegate da parte ricorrente rinvengano la più adeguata tutela nella sollecita definizione del giudizio di merito, ai sensi del combinato disposto degli artt. 62, comma 2, e 55, comma 10, del cod. proc. amm. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta), accoglie l’appello (Ricorso numero: 9403/2016) e, per l’effetto, in riforma dell’ordinanza impugnata, accoglie l’istanza cautelare in primo grado. Ordina che a cura della segreteria la presente ordinanza sia trasmessa al Tar per la sollecita fissazione dell’udienza di merito ai sensi dell’art. 55, comma 10, cod. proc. amm”.

Commenta su Facebook