Nella seduta di mercoledì 6 dicembre, l’Aula della Camera ha proseguito la discussione del disegno di legge n. 1334-A: Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021.

La relatrice per la maggioranza, Silvana Andreina Comaroli (Lega), ha chiesto all’Assemblea di rinviare il provvedimento in Commissione per un breve riesame del testo, al fine di modificare o sopprimere dal provvedimento medesimo alcune disposizioni che presentano profili problematici dal punto di vista finanziario.

Il Ministro per i Rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta, Riccardo Fraccaro, a nome del Governo, e autorizzato dal Consiglio dei ministri, ha posto la questione di fiducia sull’approvazione, senza emendamenti ed articoli aggiuntivi, dell’articolo 1 del disegno di legge n. 1334-A/R: Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021, nel testo predisposto dalla Commissione a seguito del rinvio deliberato dall’Assemblea, comprensivo dell’errata corrige testé letta dalla Presidente.

La Conferenza dei presidenti di gruppo, convocata a seguito della posizione della questione di fiducia da parte del Governo sull’articolo 1 del disegno di legge n. 1334 – Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021, nel testo predisposto dalla Commissione a seguito del rinvio deliberato dall’Assemblea, ha stabilito la seguente organizzazione dei lavori.

La votazione per appello nominale avrà inizio venerdì 7 dicembre, a partire dalle ore 18.50, previe dichiarazioni di voto a partire dalle ore 17.30. L’esame del provvedimento proseguirà – eventualmente anche nelle giornate di sabato 8 e domenica 9 dicembre (antimeridiana e pomeridiana, con eventuale prosecuzione notturna) – con la votazione degli articoli da 2 a 19 e delle relative proposte emendative. Avrà quindi luogo l’esame degli ordini del giorno. Seguirà l’esame della Nota di variazioni, che dovrà prima essere esaminata dalla Commissione bilancio. Infine, previe dichiarazioni di voto, si passerà alla votazione finale.

La manovra economica per il prossimo anno prevede essenzialmente tre misure sul gioco: l’aumento di mezzo punto percentuale del Preu per slot e Vlt, come nel testo scaturito dal consiglio dei ministri. In commissione sono stati poi approvati due ulteriori emendamenti: uno del governo sulle proroghe delle concessioni vigenti e sul rinvio del debutto dalle Awp da remoto, il secondo, a firma del pentastellato Baroni, sugli orari di funzionamento degli apparecchi.

Commenta su Facebook