ippica
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Esprimo il mio più ampio sostegno alla giusta protesta del mondo ippico”. E’ quanto dichiarato in una nota dal segretario della Lega Matteo Salvini, che si schiera a fianco di “imprenditori, guidatori e allevatori vessati da politiche irragionevoli e penalizzanti che non hanno saputo valorizzare il circuito ippico nazionale”.

“Ci troviamo di fronte a un settore stremato, vittima di burocrati e interessi personalistici che il nuovo Governo ha il dovere di risollevare e far ripartire. La Lega sarà in prima linea per incentivare un settore ricco di professionalità e proseguiremo sul percorso tracciato dalla riforma Zaia per conferire all’ippica quel plus valore che senza dubbio merita” ha aggiunto Salvini.

Sulla stessa lunghezza d’onda il segretario della Lega romagnola, Jacopo Morrone, che si unisce alle parole di supporto espresse dal segretario federale Matteo Salvini ed esprime così la propria solidarietà a “tutti gli operatori del settore. La Lega condivide pienamente la giusta protesta del mondo ippico”.

Morrone punta il dito contro le politiche vessatorie degli ultimi anni che hanno “ridotto sul lastrico l’intera filiera ippica nazionale”. A rischio ci sono migliaia di posti di lavoro e la chiusura di numerosi ippodromi: “la Lega sarà in prima linea per incentivare un settore ricco di professionalità – si legge nella nota di Salvini – e proseguiremo sul percorso tracciato dalla riforma Zaia per conferire all’ippica quel plus valore che senza dubbio merita”.

Commenta su Facebook