Passa il vaglio della Commissione Europea il progetto su convenzione di Stato sui giochi d’azzardo in Germania (GlüStV).

La seconda convenzione di Stato recante modifica della convenzione di Stato sui giochi d’azzardo, già notificata con il numero 2016/0590/D, non ha ricevuto l’approvazione di tutti i parlamenti dei Land e pertanto non è entrata in vigore. Alcune delle disposizioni previste e già notificate all’epoca devono ora essere attuate con la terza convenzione di Stato recante modifica della convenzione di Stato sui giochi d’azzardo.

Si tratta delle seguenti modifiche alla procedura di assegnazione delle concessioni per le scommesse sportive:
– si abroga il contingentamento delle concessioni per le scommesse sportive per la durata della fase sperimentale; non risulta più necessario un processo di selezione (attuale articolo 4b, paragrafo 5);
– la fase sperimentale è fissata per l’attuale durata della convenzione di Stato (30 giugno 2021). Qualora la convenzione di Stato continui ad applicarsi ai sensi dell’articolo 35, paragrafo 2, la fase sperimentale continua fino al 30 giugno 2024.

La disposizione transitoria di cui all’articolo 29, paragrafo 1, terzo periodo, è diventata obsoleta e può pertanto essere abrogata.

Dal 1° luglio 2012, la convenzione di Stato sui giochi d’azzardo prevede l’ammissione di fornitori privati di scommesse sportive nel quadro di una fase sperimentale della durata iniziale di sette anni. Il numero massimo di concessioni di autorizzazioni è stato finora limitato a 20. Un contingentamento delle concessioni e la procedura di assegnazione delle concessioni con decisione finale della commissione sul gioco d’azzardo in qualità di istituzione comune di tutti i Land sono considerati costituzionali dalla giurisprudenza (Corte costituzionale della Baviera, delibera del 25.9.2015; Tribunale amministrativo superiore di Amburgo, decisione del 22.6.2017, Tribunale federale amministrativo, decisione del 26.10.2017). Tuttavia, non è stato ancora possibile rilasciare una concessione, dal momento che i tribunali amministrativi assiani hanno rimandato il rilascio fino a una decisione in merito, la cui tempistica non è stimabile (delibera del Tribunale amministrativo assiano del 16.10.2015). Fin dall’inizio della fase sperimentale, le autorità tedesche hanno tenuto conto di questo aspetto, non avviando un’azione amministrativa nei confronti dei fornitori che desiderano essere legalizzati solo a causa della mancanza di concessione.

Il modello della fase sperimentale per la durata della convenzione di Stato sui giochi d’azzardo sarà ulteriormente sviluppato attraverso una modifica selettiva della convenzione di Stato e sarà fatta chiarezza per i fornitori e i terzi interessati (fornitori di servizi di pagamento, media, società sportive e associazioni). La limitazione delle concessioni a 20 è abolita a tal fine, in modo che qualsiasi richiedente che soddisfi le condizioni (già notificate ai sensi della prima modifica della convenzione di Stato sul gioco d’azzardo con il n. 2011/0188/D) può ottenere una concessione. Allo stesso tempo, questo consente alle autorità di controllo del gioco d’azzardo la possibilità di vietare le offerte non autorizzate in tutto il paese. Si pone così termine alla progressiva erosione del quadro normativo.