I funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) di Palermo hanno eseguito, nell’ambito di un’attività congiunta con la Polizia di Stato, una operazione di controllo finalizzata alla repressione del gioco illegale e al monitoraggio del rispetto delle misure di contenimento previste per la gestione dell’emergenza epidemiologica in corso.

Nel corso della verifica, effettuata presso un Internet point e Punto Vendita Ricariche (PVR) privo di licenza, in violazione dell’art. 88 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (T.U.L.P.S.), sono stati rinvenuti e sequestrati 2 computer allestiti per il collegamento con piattaforme di gioco online.

Al titolare, denunciato per le ipotesi di reato di intermediazione nella raccolta illecita delle scommesse, è stata applicata la sanzione amministrativa per un importo di 50.000 euro per le violazioni di cui all’art. 110 comma 9 lett. F-quater.