Il progetto di legge sulle scommesse della Bassa Austria, che disciplina la conclusione del contratto di scommessa e l’intermediazione anche tramite Internet, è stata comunicata alla Commissione europea per il periodo di osservazione (Stand Still).

Con il “Lower Austrian Betting Act” sono previste procedure di rilascio della licenza, l’obbligo per gli imprenditori di attenersi al regolamento sulle scommesse e alle condizioni di scommessa, nonché la registrazione dei processi di scommessa in un registro apposito.

I terminali per scommesse dovranno presentare speciali caratteristiche documentate con una perizia tecnica. L’articolo 13 del testo normativo è dedicato alla tutela dei minori e dei clienti delle scommesse con sistemi di auto-esclusione ed esclusione da parte di terzi.

Il capo 4 del progetto disciplina l’imposta sui terminali di scommesse. In questo modo il regolatore intende impedire le scommesse illegali mediante misure di vigilanza, la chiusura di imprese e procedure per sanzioni amministrative. L’ultima modifica della legge primaria ha recepito la 4ª direttiva antiriciclaggio e, per la prima volta, la 5ª direttiva antiriciclaggio. Tali disposizioni sono riprese nella legge sulle scommesse della Bassa Austria (articoli da 14 a 19).

Commenta su Facebook