Il conflitto bellico scatenato dall’invasione russa dell’Ucraina continua a generare reazioni e conseguenze in diverse aree del mondo. E l’industria dei giochi non fa eccezione. Clarion Gaming ha informato che, allo stato attuale della situazione in Ucraina, la società ha sospeso la partecipazione di tutti i tipi di rappresentanti russi e bielorussi ai suoi eventi, inclusa l’edizione 2022 di ICE e iGB Affiliate a Londra.

L’invasione russa dell’Ucraina ha generato reazioni in tutto il mondo nei confronti delle aziende russe e delle personalità di spicco. Dai settori politico e diplomatico a quello economico, finanziario e persino sportivo, la comunità internazionale ha imposto sanzioni diverse alla Russia. E questaa tendenza ha raggiunto l’industria dei giochi.

Clarion Gaming ha informato che la società ha vietato la partecipazione di rappresentanti russi e bielorussi a tutti i suoi eventi.

” Data l’attuale situazione in Ucraina, abbiamo deciso di sospendere le entità statali russe e bielorusse, le società e i loro rappresentanti dalla partecipazione agli eventi e ai prodotti digitali di Clarion Gaming, inclusa la prossima edizione 2022 di ICE e iGB Affiliate a Londra “, ha affermato Clarion sui suoi social network.

” I nostri pensieri sono rivolti a tutti coloro che sono stati colpiti dal conflitto in corso in Ucraina “, ha concluso la società.