HBG Gaming pubblica il sesto Report di Sostenibilità 2018, lo strumento che da sei anni consente di condividere con tutti gli stakeholder le scelte strategiche dell’Azienda e le attività operative conseguenti, in un’ottica di integrazione tra le priorità del business e la sostenibilità sociale.

Anche l’edizione 2018 è stata realizzata secondo i principi del GRI Standards, il principale riferimento globale per la rendicontazione della performance di sostenibilità delle imprese, che pongono al centro l’analisi di materialità, quindi gli aspetti più rilevanti per il Gruppo HBG Gaming e per i suoi portatori di interesse; il Report è stato sottoposto alla verifica da parte della società incaricata della revisione legale, Deloitte & Touche SpA.

Il 2018 è stato un anno importante per HBG Gaming; sono molte le novità rendicontate all’interno della sesta edizione del Report, in particolare:

* un upgrade dell’analisi degli impatti positivi dell’attività aziendale sulla collettività in termini economici, occupazionali e fiscali;

* la centralità dei processi di innovazione e l’adesione all’Agenda Digitale, che hanno reso HBG Gaming protagonista della trasformazione digitale nel mercato in cui opera;

* il calcolo dello S-ROI (il ritorno sociale sugli investimenti), con l’evidenza in particolare degli effetti del processo di digitalizzazione del Gruppo;

* la definizione di una chiara Strategia di Sostenibilità capace di integrare sempre più gli aspetti economici con quelli sociali ed ambientali e l’adesione all’Agenda ONU 2030.

Resta ferma la centralità del Gioco Responsabile nella strategia aziendale, concretizzata dalle attività formative, informative e di ricerca. Prevenzione, tutela dei minori e contrasto al gioco illegale sono i punti principali del progetto “Usa la Testa”, un programma integrato attivo dal 2012 che ha lo scopo di tutelare i consumatori per offrire un servizio di intrattenimento sicuro e conforme ad un modello di gioco sostenibile.

HBG Gaming opera da oltre 18 anni nel mercato del gioco legale e sicuro, regolato dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli; produce notevoli effetti positivi per la Comunità di appartenenza, sia dal punto di vista economico che occupazionale e fiscale. L’evidenza degli impatti positivi sulla collettività viene messa in luce da uno studio, presentato per il secondo anno consecutivo e verificato da Deloitte & Touche, che illustra gli impatti generati dall’attività aziendale, tenendo conto non solo di quelli diretti ma anche di quelli indiretti ed indotti, consentendo di misurare la nuova ricchezza incrementale generata dall’azienda.

L’analisi ha preso in considerazione le tre variabili socio-economiche fondamentali: occupazione, PIL e contribuzione, fiscale e previdenziale.

Complessivamente, considerando gli effetti diretti, indiretti ed indotti, nel 2018 HBG Gaming ha contribuito al benessere collettivo attraverso la creazione di 16.410 redditi da lavoro e con un contributo al PIL (prodotto interno lordo), cioè alla ricchezza complessivamente generata, di 597,4 milioni di euro.

La contribuzione previdenziale e fiscale complessiva è stata, sempre nel 2018, di 149,5 milioni di euro.

In linea con la Strategia “Europa 2020”, che indica gli obiettivi di crescita dell’Unione Europea fino al 2020 e che contempla tra le sue politiche la costruzione di una Società Digitale, HBG Gaming vuole promuovere al suo interno i pilastri della “Digital Transformation”: Agilità, Innovazione Sostenibile ed Eccellenza Operativa, applicandoli al proprio modello di business, per essere protagonista della trasformazione digitale all’interno del mercato in cui opera.

L’Agenda Digitale europea individua 8 azioni fondamentali, chiamate pilar; tra queste HBG Gaming si è focalizzata su due ambiti specifici di intervento: n 3 – Fiducia e Sicurezza informatica e n. 7 Servizi Digitali.

Nel 2018 l’Azienda ha lanciato il Progetto HBG People rivolto principalmente ai dipendenti con l’obiettivo di migliorare l’accesso ai servizi disponibili, velocizzare i processi di competenza della Direzione Risorse Umane e offrire gli strumenti per favorire smart working, mobilità, engagement e collaborazione tra tutto il personale aziendale.

A seguito di questo importante percorso di innovazione il Gruppo HBG Gaming ha effettuato anche un’analisi SROI (Social Return On Investment) per valutare il ritorno sociale degli investimenti in digitalizzazione dei processi HR effettuati nel 2018.

L’analisi SROI consente non solo di ottenere una misurazione dell’impatto attendibile e verificabile, ma anche di comparare i benefici sociali generati ai costi sostenuti per realizzare le attività, andando così a valutare non solo l’efficacia ma anche l’efficienza di un progetto.

Il risultato dell’analisi ha mostrato che, grazie al progetto di Digital Transformation, il Gruppo HBG Gaming ha generato un ritorno sociale di 1,60 € per ogni euro investito.

A fronte di un investimento totale in digitalizzazione pari a 394.117 euro, il ritorno sociale complessivo equivale a 628.908 euro.

L’obiettivo del Gruppo per il 2019-2020 è quello di mappare e incrementare le competenze digitali dei singoli dipendenti che entrano in contatto con i nuovi sistemi digitalizzati.

Un altro aspetto centrale del 2018 è stata l’elaborazione di una vera e propria strategia per la creazione di valore sostenibile per gli Azionisti e per tutti gli stakeholder, che ha dato vita ad una Governance della Responsabilità Sociale, che non si limiti alla gestione di singole iniziative, ma che sia strutturata secondo un approccio integrato al business.

HBG Gaming ha definito la propria strategia di sostenibilità a partire dall’analisi di materialità, che ha permesso di individuare, coerentemente con la strategia di business, le priorità in ambito sociale e ambientale, e vi ha integrato al suo interno gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (OSS/SDGs, Sustainable Development Goals), finalizzati alla lotta contro le disuguaglianze e alla crescita sociale ed economica, decidendo di aderire all’Agenda ONU 2030.

In particolare, in relazione a quest’ultima, nel 2018 HBG Gaming ha indirizzato la propria azione e fornito un contributo per il raggiungimento di 3 dei 17 obiettivi proposti: obiettivo 3-Assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età; obiettivo 5-Raggiungere l’uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze; obiettivo 9-Infrastrutture resistenti, industrializzazione sostenibile e innovazione.

È volontà dell’Azienda proseguire su questa strada, ampliando progressivamente il focus sui diversi obiettivi ONU.

Per affrontare e gestire al meglio gli aspetti connessi al benessere dei dipendenti, l’azienda ha sviluppato un’attenta politica di welfare. In particolare, è stato incrementato l’utilizzo di forme di lavoro flessibile, tra cui il telelavoro, incoraggiando la work-life balance, ed è stato realizzato un insieme di attività e progetti volti a preservare la salute del personale e a migliorare costantemente l’ambiente di lavoro.

Numerosi anche gli interventi a favore della Comunità. L’Azienda ha supportato diverse iniziative di ricerca scientifica, solidarietà, valorizzazione dei giovani ed ha scelto di dare continuità alle azioni intraprese negli anni precedenti e all’affiancamento dei propri partner. Oltre al sostegno e alla collaborazione con Telethon, AIL, Susan G. Komen, Fiaba Onlus, HBG Gaming investe in modo particolare sui giovani, ed è parte attiva in numerose iniziative dedicate al loro orientamento nel Mercato del Lavoro.

Il Report di Sostenibilità del Gruppo è consultabile all’interno del sito https://csr.hbg-gaming.it/

Commenta su Facebook