Scoperti ancora illeciti contro il reddito di cittadinanza nel Palermitano dalla Guardia di Finanza. Individuati altri tre furbetti. In particolare, i militari della Tenenza di Carini, in sinergia con l’INPS, hanno individuato tre soggetti, tutti residenti a Carini, illeciti percettori del Reddito di Cittadinanza. Secondo le indagini, avevano omesso di comunicare dati e informazioni concernenti lo stato reddituale.

I tre non avevano dichiarato nella richiesta vincite online per importi superiori a 20 mila euro. Tenuto conto che tale circostanza costituisce causa ostativa alla concessione del beneficio, i finanzieri di Carini hanno proceduto a denunciare i tre soggetti indebiti percettori alla Procura della Repubblica di Palermo.

Ieri sempre la Guardia di Finanza ha scoperto 6 indebiti percettori a Corleone, Roccamena, Contessa Entellina e Bisacquino. I sei sono stati denunciati alla procura di Termini Imerese.

L’attività di servizio, conferma il ruolo di polizia economico-finanziaria affidato al Corpo della Guardia di Finanza, a contrasto di coloro i quali, accedendo indebitamente a prestazioni assistenziali erogate dallo Stato, sottraggono importanti risorse economiche destinate a favore di persone e famiglie che si trovano effettivamente in condizioni di disagio.