Giochi e scommesse in violazione delle norme in materia di antiriclaggio. La GDF denuncia un uomo che gestiva 100 conti di gioco online.

Il Nucleo PEF della Guardia di Finanza di Grosseto, partendo dall’approfondimento di una s.o.s., ha individuato e denunciato un soggetto maremmano che gestiva oltre 100 conti di gioco su diverse piattaforme online, decine dei quali intestati ad altri ignari cittadini.

In questi conti sono transitati oltre 5 milioni di euro nel corso degli ultimi anni, con connesse violazioni economiche ed antiriciclaggio.

Sul territorio, la Compagnia di Grosseto e le Tenenze di Follonica e Orbetello hanno effettuato controlli presso decine di c.d. “punti di gioco”, verificando la correttezza degli impianti, la corretta registrazione dei dati e dei titolari dei conti, la puntuale osservanza degli adempimenti previsti dalla disciplina antiriciclaggio.

Non sono emerse specifiche irregolarità; tuttavia, una di queste attività (un negozio per servizi al pubblico), pur in regola per la disciplina del gaming, è stata sanzionata per il mancato rispetto della recente disciplina anticovid, in quanto – nonostante i vari avvisi sulla stampa, plurime informative sui siti pubblici e anche da parte delle associazioni di categoria (con le quali c’è un costante rapporto di collaborazione) – il dipendente presente era sprovvisto di green pass.

Le attività di controllo della Guardia di Finanza nel delicato contesto del “gioco”, e connesso contrasto alle violazioni antiriciclaggio ed economiche, proseguiranno nei prossimi giorni anche atteso il periodo di festività, sia come prevenzione e deterrenza per le frodi e violazioni più gravi, sia per tutelare i cittadini, soprattutto quelli più fragili che rischiano di dilapidare interi stupendi e patrimoni familiari.