Il mercato del gioco d’azzardo in Grecia registra un incremento del volume delle giocate, nonostante le restrizioni applicate a seguito della pandemia.

Complessivamente il fatturato del mercato in Grecia ha  raggiunto nel 2020 i 16 milioni di euro, registrando un aumento dello 0,43% rispetto all’anno precedente. Il GGR, reddito lordo, è stato pari a 1 62 milioni di euro, il 27,14% in meno rispetto all’anno precedente. I giochi online rappresentano il 72,11% del fatturato totale , rispetto alle attività terrestri che rappresentano rispettivamente il 27,89%. In termini di ricavi lordi, i giochi online hanno una quota di mercato del 36,21% e quella terrestre del 63,79%.

 La pandemia ha avuto un impatto significativo sul mercato, con l’attività terrestre che è stata gravemente colpita . Nello specifico, il calo registrato nelle agenzie OPAP   raggiunge la percentuale del 32,01% e nei casinò terrestri il 61,48%.  Invece, il settore del gioco d’azzardo online è cresciuto vertiginosamente. 

Il fatturato dei servizi di giocoin rete è aumentato del 35,85% nel 2020  rispetto  al 2019, mentre il reddito lordo è  aumentato del 34,46%. Questi giochi coprono anche il 72,11% di tutti i giochi, con un aumento del fatturato del 18,80% e un ricavo totale lordo del 36,21%.  

Le scommesse sportive  betting ) sono in  cima alla lista delle opzioni per il quadriennio   2016-2020 compresi gli  sport virtuali ), con una percentuale del 76,31% nel 2016 e del 60,50% nel 2020 che mostra un trend decrescente. Al contrario,  i giochi da casinò online sono  in   aumento: dal 15,71% nel 2016 al 36,46% nel 2020.  In calo il pokerche passa dal 7,98% nel 2016 al 3,04% nel 2020. 

Lo Stato greco ha ricevuto dal gioco nel 2020 la cifra di 628,87 milioni di euro, di cui il 56,42 % proveniente dall’OPAP, il 19,70% dalle scommesse online, il 7,69% dalle lotterie, il 5,83% dai casinò terrestri e lo 0,38% dalle scommesse ippiche.