A causa del venir meno del rapporto fiduciario che è alla base del rapporto concessorio, ADM ha avviato il procedimento di revoca dell’autorizzazione alla vendita delle scommesse al punto vendita ubicato nella tabaccheria coinvolta nell’episodio del biglietto rubato.
Immediata la sospensione del collegamento al sistema di raccolta a totalizzatore.
Intanto il legale del tabaccaio accusato di aver rubato il tagliando ha spiegato: “Lui si scusa, aveva perso ogni tipo di capacità mentale e di ragionamento. Ha preso il biglietto senza sapere cosa stesse facendo. Senz’altro ha problemi di salute mentale che sto cercando di accertare acquisendo dei documenti. Ha capito di avere sbagliato, è pentito e si è scusato con tutti per quello che ha fatto: in lacrime ha chiesto perdono all’anziana signora”.