Questa settimana, Google ha annunciato nuove regole per gli sviluppatori che desiderano monetizzare i propri giochi.

“Le applicazioni che offrono meccanismi per ricevere articoli virtuali casuali per un acquisto dovrebbero rivelare chiaramente la probabilità di ricevere tali articoli prima dell’acquisto”, ha comunicato Google aggiornando le sue politiche commerciali che hanno anche incorporato nuove definizioni per i contenuti di tipo sessuale vietando quelli rivolti ai minori, in tutti i tipi di pose, illustrazioni indicative o in cui viene visualizzato un piccolo indumento o contenuti che promuovono l’intrattenimento sessuale.

D’ora in poi, prima che qualsiasi gioco venga messo online, si devono chiaramente indicare la probabilità di ottenere qualsiasi oggetto virtuale, prima che il consumatore selezioni il pulsante di acquisto.