I funzionari ADM di Palermo, nell’ambito dei controlli mirati alla tutela del gioco legale, hanno rinvenuto, presso un Internet Point della provincia, 4 personal computer messi a disposizione dei clienti, configurati per accedere a vari siti casinò online, in violazione della normativa prevista per il gioco a distanza. Per le apparecchiature elettroniche è scattato il sequestro amministrativo e l’applicazione della sanzione di 200.000 euro.

Nel corso delle operazioni è stato controllato un ulteriore computer con il quale si effettuavano attività di gioco illecito, confermate dal rinvenimento di un tagliando collegato all’avvenuta effettuazione di scommesse sportive non autorizzate, per le quali è scattata la comunicazione della notizia di reato all’Autorità Giudiziaria e il sequestro penale dell’apparecchiatura informatica.