Il numero di sanzioni emesse per mancata conformità nel settore del gioco d’azzardo terrestre belga dalla Commissione del gioco del paese è aumentato da 43 nel 2018 a 52 nel 2019, anche se il numero di punti vendita puniti con la revoca della licenza è diminuito di anno in anno.

Le 52 sanzioni del regolatore, in aumento del 20,9%, hanno portato alla revoca della licenza in undici occasioni, quattro sospensioni della licenza, due avvertimenti, 28 multe per un valore complessivo di 82.916 euro e sette altre sanzioni. Ciò ha fatto seguito a 353 ispezioni su sedi autorizzate e prive di licenza durante l’anno.

La maggior parte di queste ispezioni, 183, è stata effettuata presso bar che detengono licenze di gioco, mentre 61 erano edicole autorizzate a offrire servizi di gioco d’azzardo. Ulteriori 65 sopralluoghi sono stati effettuati sui negozi di scommesse; 24 alle sale giochi, 11 nei casinò e 8 negli stabilimenti di gioco d’azzardo illegali.

Di queste 353 ispezioni, 252 si sono verificate nelle Fiandre, 54 in Vallonia e 57 a Bruxelles.

La Commissione ha approvato 1.372 licenze di gioco d’azzardo per bar durante l’anno, con un aumento del 30,2%, anche se il numero di locali per cui le domande sono state respinte è quasi raddoppiato fino a 65. L’anno ha visto anche il rinnovo delle licenze per 31 sale di slot e casinò a Namen e Bruxelles. Non sono state rilasciate o rinnovate nuove licenze per i negozi di scommesse.

Il numero totale di giocatori autoesclusi tramite lo schema nazionale EPIS è cresciuto del 9,0% a 35.390, mentre il numero di esclusioni a causa di una richiesta di qualcun altro è aumentato del 25,8% a 643. Nel 2019, le esclusioni sono state estese alle scommesse al dettaglio e online.

Inoltre, 100.628 giocatori sono stati automaticamente esclusi a causa di debiti; 166.057 sulla base di accuse penali e 57.927 a causa delle loro professioni.

La linea di assistenza per il gioco d’azzardo SOS Jeux della Commissione ha ricevuto 3.494 chiamate nel 2019, in calo del 20% rispetto al 2018.

L’operatore ha anche annunciato i dati sui ricavi rispetto al 2018. I ricavi lordi complessivi su tutti i prodotti e canali sono diminuiti del 5,2% a 316,3 milioni di euro.

I casinò del paese, sia online che tradizionali, hanno assorbito un GGR totale di 281,2 milioni di euro, in crescita del 4,1% su base annua. Di questo totale, 172,7 milioni di euro provengono dal settore online, in aumento del 17,0%, e 108,5 milioni di euro dal terrestre, in aumento dell’1,0%.

Mentre le entrate dai casinò di Knokke, Middelkerke, Namen, Spa e Chaudfontaine sono diminuite, sono aumentate le entrate da quelle di Ostenda, Blankenberge e Brussel.

In termini di entrate dei casinò online, Casino de Spa di Ardent Group ha ottenuto il massimo, con 42,5 milioni di euro. Il sito GoldenPalace.be alimentato da BetConstruct, operante sotto la licenza del Golden Palace Blankenberge, è seguito con 31,5 milioni di euro, mentre Namur – un altro marchio di proprietà di Ardent Group – ha portato 26,6 milioni di euro e Casino Knokke, di proprietà di Napoleon Games, 21,1 milioni di euro.