Il gestore di un bar cinese nella “Chinatown” di Milano è stato multato dalla polizia per “esercizio abusivo di attività di gioco e scommessa”. La sanzione ammonta a 50mila euro.

All’interno della tavola fredda, gestita da connazionali del titolare, gli agenti della squadra amministrativa della questura hanno scoperto cinque postazioni per il gioco online (che comprendevano roulette, poker e baccarat) nascoste in un angolo del locale e coperte da regolari videoslot.

All’arrivo dei poliziotti un cliente era intento a giocare e ha spiegato ai militari di aver pagato cinque euro per usare la postazione 30 minuti.

Gli agenti hanno stabilito nel verbale la violazione amministrativa per un importo di 10mila euro per apparecchio, per un totale di cinquantamila euro. Gli agenti hanno inoltre sequestrato le postazioni da gioco ed i relativi strumenti: hard disk, tastiere, monitor, pc portatili. Le stesse contestazioni saranno effettuate anche nei confronti del soggetto che ha installato le postazioni telematiche. Verrà a breve avviato il procedimento per la sospensione della licenza del pubblico esercizio.