La legge federale sul gioco d’azzardo sullla quale si sono espressi gli svizzeri nel giugno 2018 ha previsto il blocco dei siti di gioco non autorizzati

Pubblicate le prime liste dei siti stranieri che offrono giochi d’azzardo vietati, i fornitori svizzeri sono tenuti a bloccare l’accesso.
La Commission for Lotteries and Betting (Comlot) e la Federal Gaming Commission hanno pubblicato la loro prima lista nera di siti che offrono giochi d’azzardo stranieri non autorizzati. Questa misura è prevista dalla legge federale sul gioco d’azzardo accettata dagli svizzeri nel giugno 2018.

Le liste sono disponibili sulle pagine web di entrambe le commissioni, secondo la comunicazione pubblicata martedì nella “Gazzetta federale”. La Comlot ha circa 60 siti Web stranieri che offrono scommesse online in Svizzera senza autorizzazione. La Federal Gaming Commission ha bloccato più di 30 siti.

La legge federale sul gioco d’azzardo vieta  l’offerta di giochi d’azzardo dall’estero e prevede sanzioni penali. Comlot e la Federal Gaming Commission devono pubblicare ciascuno un elenco di blocco dei nomi a dominio che offrono giochi d’azzardo stranieri non autorizzati. I fornitori di accesso svizzeri sono tenuti a bloccare il loro accesso.

Queste misure hanno lo scopo di contrastare le compagnie straniere che spesso forniscono servizi con misure insufficienti per combattere la frode, il riciclaggio di denaro e la dipendenza dal gioco d’azzardo, secondo la Commissione. Inoltre, non pagano né imposte né tasse in Svizzera.

La nuova legge sul gioco d’azzardo apre il gioco d’azzardo online ai casinò svizzeri. Le istituzioni che desiderano, ad esempio, offrire determinati giochi come la roulette su Internet dovranno richiedere l’estensione della loro concessione.

Per il poker online, una casa da gioco può, a determinate condizioni, collaborare con un operatore straniero di giochi da casinò. A quest’ultimo deve essere permesso di gestire il gioco nel suo paese e di non avere sede in una giurisdizione compresa nella lista nera della Financial Action Task Force (FATF).

I giocatori residenti in Svizzera dovranno giocare tramite il loro account su siti svizzeri. L’operatore straniero dovrà impedire loro di accedere alla sua offerta di gioco non autorizzata in Svizzera.