Accuse alla BaFin, l’organo di vigilanza bancaria tedesco, ritenuto colpevole di agevolare il mercato illegale del gioco d’azzardo.

Germania. L’associazione a tutela della cittadini Finanzwende ha accusato l’autorità di vigilanza finanziaria Bafin di contribuire alla diffusione del gioco d’azzardo online illegale attraverso l’inazione. 

Bafin in questi gioeni è sottoposto a forti pressioni a causa dello scandalo Wirecard, ma “non è la prima volta che il Bafin è stato accusato di non voler agire”, ha affermato l’organizzazione. “Anche quando si tratta di transazioni finanziarie che implicano il gioco d’azzardo illegale su Internet, Bafin fa finta di non vedere lo sguardo, facilitando gli affari per i casinò online e il riciclaggio di denaro”.

Secondo stime ‘prudenti’ dal 2016 al 2018, il volume delle attività di gioco d’azzardo online in Germania è compreso tra i 5 e 9,4 miliardi di euro all’anno. “In particolare, la Bafin deve adempiere ai propri obblighi normativi e di contrasto al riciclaggio di denaro sporco al fine di porre rimedio a questa situazione nel settore bancario tedesco”, ha dichiarato Michael Findisen, rappresentante di Finanzwende ed ex capo unità per il riciclaggio di denaro presso il Ministero federale delle finanze. “È solo attraverso una forte presenza di supervisione finanziaria che il gioco d’azzardo online illegale può essere contrastato”.

Le giocate, secondo l’accusa, engono pagate agli operatori di gioco online con sede all’estero tramite fornitori di servizi di pagamento controllati da Bafin. Malta ha tassazione estremamente bassa per gli operatori di giochi e, soprattutto, rilascia licenze di gioco a tariffe basse. L’incapacità della Bafin sta nell’agevolare nel “mantenere il modello di Malta”, ha criticato l’organizzazione.