Nel 2018 i militari della Guardia di Finanza hanno effettuato 7.922 interventi a contrasto del «gioco illegale» riscontrando irregolarita’ in 1.341 casi. È quanto riporta l’Avvenire, citando un report delle Fiamme Gialle secondo il quale, in un anno, sono stati sequestrati «1.263 punti clandestini di raccolta scommesse» e denunciate 1.037 persone. «Complessivamente, se si tiene conto delle 204 indagini effettuate l’anno passato, sono state individuate basi imponibili sottratte a tassazione per oltre 800 milioni di euro, con un’imposta evasa per oltre 44 milioni di euro», ha spiegato all’Avvenire il comandante generale della Guardia di Finanza Giorgio Toschi, che ha anche sottolineato come spesso sia la criminalità organizzata a gestire il giro “parallelo” delle giocate «funzionale ad aggirare la normativa fiscale e antiriciclaggio». Attraverso questo circuito, esaminando i dati delle più recenti e imponenti operazioni portate a termine della GDF contro il gioco illegale (si fa riferimento in particolare a “Galassia” e “Revolution Bet”) «si stima che sia stato realizzato un volume di giocate di oltre 4,5 miliardi di euro».