Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Il Tar Lazio ha disposto gli incombenti istruttori per il ricorso presentato da Codacons per l’annullamento del provvedimento di rigetto di richiesta di nomina dei rappresentanti del Codacons all’interno dell’Osservatorio dei rischi di dipendenza dal gioco.

 

“Vista l’ordinanza 19 settembre 2013, con la quale la Sezione ha accolto, ai soli fini del riesame, l’istanza cautelare proposta da parte ricorrente con riguardo al richiesto inserimento nell’Osservatorio dei rischi di dipendenza dal gioco. Rilevato che, a seguito di detto provvedimento cautelare, non vi è stata alcuna produzione in giudizio. Considerato pertanto necessario, al fine del decidere, di dover disporre che le Amministrazioni intimate, ciascuna per il suo ambito di competenza, depositino una documentata relazione che chiarisca se e quali provvedimenti abbiano assunto in ottemperanza all’ordinanza cautelare anzidetta”. – si legge nella sentenza – “Considerato che al predetto adempimento le Amministrazioni dovranno provvedere entro 45 giorni dalla notificazione o comunicazione in via amministrativa della presente ordinanza; il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio dispone gli incombenti istruttori nei sensi e nei termini di cui in motivazione. Ordina alla segreteria della Sezione di provvedere alla comunicazione della presente ordinanza”.

Commenta su Facebook