genova

La prefettura di Genova ha adottato tre interdittive antimafia nei confronti di società operanti nell’area metropolitana. In uno dei tre casi è stata colpita una società a responsabilità limitata attiva nel settore delle sale giochi, legata a elementi di spicco sia di camorra che di mafia.

I provvedimenti vanno ad aggiungersi alle 24 interdittive antimafia adottate dal prefetto di Genova negli ultimi quattro anni e confermano forme di radicamento della criminalità organizzata nel tessuto economico genovese. “Nel corso delle Conferenza regionale delle Autorità di Pubblica Sicurezza, convocata per il prossimo 6 agosto – spiega la Prefettura – sarà sviluppata l’analisi della complessa realtà del porto di Genova, alla luce di tutte le evidenze investigative e giudiziarie degli ultimi anni che consentono di delineare scenari nei quali si appalesa il tentativo di infiltrazione di nuovi clan e famiglie appartenenti alla criminalità organizzata di stampo mafioso o similare”.

Le tre interdittive sono scattate grazie alla costante attività di monitoraggio svolta dalla Direzione investigativa antimafia ligure, nonché dai risultati investigativi emersi grazie alle operazioni della polizia di Stato, dell’Arma dei carabinieri e della guardia di Finanza.

Commenta su Facebook