Maxi sequestro al clan Casamonica-Guglielmi per un totale di 2,4 milioni di euro di beni. I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma stanno eseguendo un decreto di confisca, emesso dal locale Tribunale – Sezione Misure di Prevenzione.

Le indagini, avviate dagli specialisti del G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria nel 2015 e coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia capitolina, sono state focalizzate sulla ricostruzione della ‘carriera criminale’ dei membri del nucleo familiare e hanno fatto emergere come, a fronte della titolarità, in via diretta o indiretta, di un ingente patrimonio mobiliare e immobiliare, taluni di essi non avessero percepito proventi leciti tali da giustificarne il possesso.

L’accertata sproporzione tra le ricchezze possedute e i redditi dichiarati, unitamente alla ‘pericolosità sociale’ dei proposti – coinvolti in attività illecite connesse a fatti di gioco d’azzardo, anche in relazione al c.d. ‘trotto da strada’, traffici di droga, rapine e furti, oltre che a numerose truffe – ha consentito l’emissione, prima, di un provvedimento di sequestro, eseguito nel mese di dicembre 2017, e, ora, di confisca dei seguenti beni: 8 unità immobiliari e un terreno, siti in Roma; 8 rapporti finanziari, per un valore complessivo di circa 2,4 milioni di euro.