Monitorare, prevenire e contrastare i fenomeni del gioco illegale e del disturbo da gioco d’azzardo nell’ambito della Città Metropolitana di Firenze.

Queste, in estrema sintesi, le finalità del Protocollo d’Intesa siglato questa mattina tra il Prefetto di Firenze, Alessandra Guidi, il Direttore Territoriale Dogane e Monopoli per la Toscana, la Sardegna e l’Umbria, Roberto Chiara, e i rappresentanti di altri enti istituzionali.

L’Atto pattizio prevede l’istituzione di un tavolo di confronto inter-istituzionale di ambito metropolitano, definito “Cabina di Regia”, finalizzato a individuare i seguenti interventi da porre in essere in una logica integrata di Rete: limitare la pericolosità dell’abuso dei giochi attraverso un’adeguata informazione pubblica, con particolare attenzione ai giovani; aumentare l’efficacia dei controlli sull’utilizzo delle slot machines, attraverso attività ispettive ben programmate; porre in essere iniziative per armonizzare, nell’ambito del complessivo territorio della Città Metropolitana di Firenze, la regolamentazione dei singoli Enti locali in tema di orari delle sale giochi e distanze minime rispetto ai luoghi sensibili.

Il Direttore Territoriale Dogane e Monopoli per la Toscana, la Sardegna e l’Umbria Roberto Chiara ha evidenziato “l’importanza del Protocollo sottoscritto oggi, che consente le necessarie sinergie tra autorità ed enti per combattere al meglio fenomeni gravi come quello del gioco illegale e del disturbo da gioco d’azzardo e per promuovere, nel contempo, la cultura della legalità e della responsabilità etica, avendo cura di tutelare in modo particolare le fasce più deboli della popolazione; ADM garantirà il massimo supporto all’applicazione del protocollo anche in qualità di ente che presiede il Comitato per la prevenzione e repressione del gioco illegale – CO.PRE.GI.”.

In particolare il Prefetto Laura Lega ha firmato il protocollo di legalità con l’adesione di Regione Toscana, A.S.L. Toscana Centro, Agenzia dei Monopoli, Città Metropolitana, ANCI Toscana, Comune di Firenze, Unione Valdarno e Valdisieve, Comuni del Circondario Empolese Valdelsa, Unione Montana dei Comuni del Mugello, Unione Comuni Chianti Fiorentino, Comune di Rignano sull’Arno, Comune di Figline e Incisa, Comune di Impruneta, Comune di Bagno a Ripoli, Comune di Calenzano, Comune di Fiesole, Comune di Campi Bisenzio, Comune di Lastra a Signa, Comune di Scandicci, Comune di Sesto Fiorentino, Comune di Vaglia, Comune di Signa, Camera di Commercio, Confcommercio Firenze, Confesercenti Firenze, Ufficio Scolastico Provinciale, Federazione Italiana Tabaccai, Associazione Consumatori Firenze 2, Adiconsum Territoriale di Firenze, Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori, Federconsumatori Toscana, Associazione ADOC Difesa e Orientamento Consumatori, Codacons Toscana, Unione Nazionale Consumatori Firenze, Unione Consumatori Toscani, A.E.C.I. Firenze Ass. Consumatori, Adusbef, Confconsumatori.
Con la firma del protocollo, avente validità triennale, le parti, anche attraverso l’utilizzo di applicazioni informatiche e banche dati, tra cui l’applicativo “S.M.A.R.T.” (Statistiche, Monitoraggio e Analisi della Raccolta Territoriale del gioco fisico), monitoreranno l’offerta dei vari tipi di gioco e la distribuzione dei punti vendita sul territorio. L’intesa consentirà, inoltre, di attivare sul territorio metropolitano molteplici iniziative comunicative di sensibilizzazione, in particolare sui giovani o su fasce più deboli da parte delle istituzioni, delle scuole e delle associazioni di categoria. Il protocollo favorirà sia il potenziamento della collaborazione inter-istituzionale tra i SERD, l’Azienda ASL Centro competente per territorio e i Servizi Sociali dei Comuni, attraverso la costituzione di punti d’ascolto/orientamento, che la promozione di appositi corsi di formazione per gli insegnanti, gli studenti, gli esercenti pubblici e i cittadini sulla delicata e complessa problematica della ludopatia. Le parti si sono impegnate, infine, a rafforzare i servizi di controllo degli esercizi pubblici, nonché dei circoli privati.
L’Agenzia Dogane Monopoli, competente per i servizi di controllo, rafforzerà il livello di controllo degli esercizi pubblici, nonché dei circoli privati, dove sono installati gli apparecchi automatici da gioco. Presso la Prefettura verrà istituita apposita “Cabina di Regia”, cui parteciperanno gli enti sottoscrittori ed eventualmente altri attori istituzionali, allo scopo di monitorare periodicamente l’attuazione del protocollo e valutare, ai fini predetti, eventuali specifiche problematiche di rilievo. A tal fine l’Azienda ASL Centro competente per territorio fornirà alla prima seduta della Cabina di Regia, e successivamente con cadenza semestrale, i dati connessi al fenomeno del Disturbo da Gioco d’Azzardo necessari ad elaborare le conseguenti strategie di prevenzione e contrasto.
“Questo protocollo fornisce strumenti per una sinergica attività di prevenzione tra pubblico e privato per fronteggiare la dipendenza; la sicurezza del territorio – ha sottolineato il Prefetto Lega – si realizza, oltre che attraverso un’azione repressiva dei crimini connessi al gioco d’azzardo, anche fornendo supporto alle persone che vivono una condizione di fragilità che, nella maggior parte dei casi, coinvolge drammaticamente l’intero nucleo familiare”.