“L’analisi del contributo fiscale derivante dalle scommesse conferma nuovamente la prevalenza del calcio rispetto agli altri sport: solo tra il 2006 e il 2019 la raccolta delle scommesse sul calcio è aumentata di quasi 5 volte, passando da 2,1 a 9,7 miliardi di euro; nel 2020 si è assistito tuttavia ad un significativo decremento della raccolta rispetto all’anno precedente (-6,4%, come conseguenza principalmente dell’impatto dell’emergenza sanitaria, passando dai 10,4 miliardi del 2019 ai 9,7 miliardi del 2020). Il gettito erariale è invece aumentato dell’1,9%, raggiungendo i 253,1 milioni di euro. (…) Nel corso del 2020 è stato rilevato un forte aumento delle scommesse sportive sospette: pur con un calo significativo degli eventi sportivi presenti nei palinsesti, si sono verificati ben 526 casi (fonte Sportradar)”.

E’ quanto si legge nel Report Calcio 2021 (giunto alla sua 11^ edizione), il documento sviluppato dal Centro Studi FIGC in collaborazione con AREL e PwC, che tiene conto di tutti i numeri del calcio italiano e l’impatto che l’emergenza sanitaria ha avuto sul movimento.

Per una migliore visualizzazione delle foto seguenti effettuare lo zoom.