L’Osservatorio Italiano Esports annuncia il sold out per la prima giornata dell’Esports Business Days di Rimini e aggiunge un’altra data il 1° aprile, dedicata principalmente alle startup del mondo gaming. L’obiettivo del secondo giorno di evento sarà di permettere alle startup di esporre le loro idee di business a un pool di investitori interessati

L’Osservatorio Italiano Esports e Italian Exhibition Group annunciano il sold-out per la prima data del 31 marzo dell’Esports Business Days e l’aggiunta di una seconda giornata il 1° aprile, dedicata principalmente alle startup del mondo gaming.

Nella cornice della Fiera di Rimini, il format è stato concepito come un evento B2B dedicato al gaming e agli Esports, con uno spiccato richiamo alle esigenze delle aziende. L’Esports Business Day promette di trasferire ai brand e ai professionisti partecipanti le conoscenze necessarie per cogliere le opportunità di questo mercato, e di accedere a un’agenda di incontri garantiti di networking.

Nella seconda giornata, dedicata alle startup, l’OIES aggiunge un altro tassello di fondamentale importanza per la crescita economica del settore. Sarà infatti riservato un palco per chi intende esporre idee di business con dei Pitch a investitori potenzialmente interessati. Chi ha già costituito una startup, o è in procinto di farlo, può candidarsi a salire sul palco e incontrare una platea di investitori selezionata. Tra questi figurano aziende come RCS Media Group, WeSportUP, REPX, WyLab, Startupbootcamp e Opificio137.

In questo modo l’Esports Business Days diventa a tutti gli effetti anche un acceleratore B2B per le startup e un evento da presidiare per gli investitori. Le aziende, le società e i professionisti intenzionati a partecipare all’Esports Business Days possono compilare il form presente sul sito dedicato all’evento, in modo da ricevere le informazioni sui vari pacchetti a disposizione e le modalità di iscrizione.

Ecco il link alla pagina: http://www.esportsbusinessdays.it

È sempre più chiaro come il format dell’Esports Business Days sia funzionale alle esigenze delle aziende e degli operatori del settore – commentano Luigi Caputo ed Enrico Gelfi, fondatori di OIES -. Il sold out di quest’anno, dopo quello dell’edizione 2021, conferma che l’EBD è diventato il principale evento B2B del settore e un punto di riferimento per gli stakeholder coinvolti. Siamo entusiasti di aver aggiunto anche la giornata dedicata alla startup, ampliando così l’offerta dell’evento”.